La Banda Musicale del Comune di Caluso è una delle formazioni più antiche nel panorama delle bande musicali canavesane.
Il primo documento ufficiale della costituzione della Banda Musicale del Comune di Caluso risale al 1827. Dagli archivi parrocchiali, però, risulta che in occasione del Corpus Domini del 1817 venne celebrata una funzione in Chiesa seguita dalla processione con musica. Fu così che il 1817 fu scelto come anno di fondazione del corpo bandistico calusiese.

Il primo Presidente della filarmonica fu Carlo Scapini, al quale successero Giovanni Scapini, Carlo Giacobbe e Bartolomeo Gianassi. A partire dal 1888, non vi fu più un presidente e la banda venne retta solo dal direttore e da un capo-banda scelto dagli stessi musici.
 
Il primo maestro della banda fu Francesco Carrera, al quale successero Giovanni Podio, Mario Bollarino, Stefano Actis, Boario e Tommaso Clara.

Con lo scoppio del primo conflitto mondiale, la banda conobbe un periodo di stasi; ma già nel 1919, Clara ricostituì un piccolo nucleo di suonatori.
Alla vigilia della seconda guerra mondiale, al maestro Clara subentrò Ambrogio Eusebietti.  
Con lo scoppio del conflitto, i giovani vennero chiamati alle armi e i veterani fecero il possibile per mantenere l’associazione; ma dopo l’ 8 settembre 1943 furono ridotti al silenzio. Solo durante le ricorrenze religiose un piccolo gruppo di musici accompagnava la processione per le vie semideserte. Nel dopoguerra, anche la banda musicale fece parte del programma di ricostruzione.
 
La ricostituzione del gruppo bandistico avvenne per merito di tre veterani:  Fiorenzo Gnavi, Mario Perono e Luigi Gnavi che rimisero in piedi il gruppo.  Nel 1960 i musici attivi erano 17.

Silvio Gnavi proseguì l’opera del padre Fiorenzo nella riattivazione della banda. Egli avviò una campagna di promozione fra i giovani svolgendo un’opera continua di incoraggiamento e sostegno fra i musici; creando fra di loro un clima di solidarietà e affiatamento.
La filarmonica iniziò ad esibirsi in concerti pubblici di grande impegno, seguiti sempre con grande interesse dalla popolazione.
La banda riscontrò la necessità di rafforzare gli organi di rappresentanza e si tornò alla nomina di un presidente. A ricoprire la carica fu Silvio Gnavi, che la mantenne fino al 1984, anno della sua prematura scomparsa. L’attuale Presidente della filarmonica è Antonio Sangiorgio; successore di Gnavi.

Oggi la Banda Musicale del Comune di Caluso è un complesso di circa quaranta elementi. L’attuale successo, oltre allo spirito di sacrificio dei singoli musici, è dovuto al prezioso contributo dei vari maestri che si sono susseguiti negli anni. Vanno ricordati i maestri: Gaito, Cassia, Battaglia, Tecchio, Guindani, Graziano, Domenico Mutalipassi, Rinetti e Francesco Mutalipassi che ricoprì il ruolo di Direttore Artistico dal 1969 al 1994.
Al maestro Mutalipassi, sono seguiti Bruno Lampa (settembre 1994  - dicembre 2004), Davide Enrietti (gennaio 2005  - giugno 2006), e Flavio Bar (settembre 2006 - dicembre 2008).
Attualmente la direzione artistica è affidata al rivarolese Andrea Giorgi.

La Banda Musicale del Comune di Caluso è musicalmente gemellata, sin dai primi anni ‘60, con la Banda Musicale di Cossano Canavese.

BANDA DEL COMUNE DI CALUSO C.F. 93007070019